BONUS VACANZE

Possono beneficiare dell’agevolazione le famiglie con ISEE in corso di validità fino a 40.000

euro. L’importo spettante varia a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare:

1 sola persona, per cui spetta un credito di 150 euro;

2 persone, per cui spetta un credito di 300 euro;

più di due persone, per cui spetta un credito di 500

Per le spese sostenute dal 01.07.2020 al 31.12.2020 per il pagamento di servizi offerti sul territorio italiano dalle imprese turistico-ricettive, nonché dagli agriturismo e bed and breakfast.

Il bonus si utilizza:

  • per l’80% nel periodo tra l’1.07 e il 31.12.2020, sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto per il servizio turistico;
  • per il 20% potrà essere scaricato come detrazione di imposta, in sede di dichiarazione dei redditi 2021, da parte del componente del nucleo familiare a cui viene fatturato il soggiorno (con fattura elettronica o documento commerciale).

Dall’altro lato, l’albergatore che, facoltativamente, d’intesa con il cliente, abbia deciso di riconoscere lo sconto, otterrà un rimborso pari all’80%, quindi per un importo corrispondente al minor corrispettivo incassato, sotto forma di credito di imposta utilizzabile in compensazione F24 o cedibile a terzi.

È necessario ricordare che la scelta di accettare il bonus è a discrezione della struttura ricettiva, non è obbligatoria e non è previsto un meccanismo di “iscrizione” a nessun elenco. Sta alla struttura informare i clienti, attraverso propri canali, del fatto che accetta o meno il Bonus Vacanze. Pertanto prima della prenotazione si consiglia di contattare la struttura per verificare se è possibile o meno utilizzare il bonus.

Il Bonus Vacanze sarà erogato e spendibile in forma digitale esclusivamente attraverso IO, l’app dei servizi pubblici. Le famiglie che vorranno beneficiare della misura in commento, dovranno, sempre preventivamente, procurarsi un’identità digitale, cioè uno SPID.

Lo SPID è il sistema di autenticazione che permette a cittadini ed imprese di accedere ai servizi online della pubblica amministrazione con un’identità digitale unica. Per ottenere lo SPID, è possibile avvalersi di differenti provider.

Per tutti, i passaggi da seguire saranno:

  • l’inserimento dei dati anagrafici;
  • la creazione di credenziali SPID;
  • l’effettuazione del riconoscimento.